INFORMATICA MUSICALE

UNIVERSITA’ DI CATANIA

Dipartimento di informatica e Matematica

Caratteristiche del corso

Il corso si pone l’obiettivo di analizzare le più svariate applicazioni dell’informatica in campo musicale, che vanno dalla composizione assistita o automatica, alla sintesi del suono, dal trattamento dei segnali concreti, all’elaborazione ed esecuzione di partiture, o all’analisi del suono ed all’analisi musicologica. Alcuni degli argomenti trattati verranno approfonditi attraverso dei seminari che permetteranno di entrare nel dettaglio sulle tecnologie studiate. Durante il corso saranno previste anche delle sessioni di approfondimento di tipo pratico, nelle quali verrano effettuate delle simulazioni ed esercitazioni al computer, su quanto visto durante le lezioni teoriche. 


Programma del corso

Di seguito sono indicati gli argomenti affrontati durante le lezioni del corso:

  1. Elementi di acustica

1.1  Cos’è il suono.
1.2  La propagazione del suono nell’aria.
1.3  Le proprietà del suono.
1.4  Combinazioni di sinusoidi pure.
1.5  Rappresentazione Ampiezza-Frequenza.
1.6  Contenuto armonico di una forma d’onda.
1.7  Le forme d’onda.
1.8  Inviluppo del suono.
1.9  Comportamento del suono.
1.10  Elementi di psicoacustica.

  1. Il decibel

2.1  Il concetto di decibel.
2.2  I decibel nel mondo dell’audio.
2.3  Legge della distanza inversa.
2.4  Combinazioni di sorgenti sonore.
2.5  Grandezze elettriche espresse in decibel.
2.6  Standard Operating Level.
2.7  Dynamic Range.
2.8  Misuratori di decibel.

  1. Equalizzatori e filtri

3.1  Gli equalizzatori: nozioni generali.
3.2  Equalizzatore a campana.
3.3  Equalizzatore a scaffale.
3.4  Equalizzatore parametrico.
3.5  Equalizzatore grafico.
3.6  Filtri Passa-Basso e Passa-Alto.
3.7  Pendenza di un filtro.
3.8  Filtri Passa-Banda ed Elimina-Banda.

  1. Effetti e processori di segnali

4.1  Principi generali.
4.2  Gli effetti: il riverbero, il delay, il phaser, il flanger, il chorus, il tremolo, il vibrato, il distorsore, l’exciter, il wah-wah.
4.3  I processori di segnali: il compressore.

  1. Il rumore

5.1  Il rumore a banda stretta: HVAC, emissioni elettromagnetiche, interferenze, vibrazioni.
5.2  Il rumore a banda larga: il rumore termico, il rumore bianco, il rumore rosa, il rumore marrone.
5.3  Riduzione del rumore a banda stretta.
5.4  Riduzione del rumore a banda larga.
5.5  I sistemi NR: dolby A, dolby B, dolby C.

  1. Le macchine virtuali

6.1  Sintesi in tempo reale e sintesi in tempo differito.
6.2  Linguaggi per macchine virtuali.
6.3  Il concetto di modulo e di strumento.
6.4  Cenni sul linguaggio CSound.
6.5  Programmi di sintesi orientati verso le GUI: Audio FX.

  1. La notazione musicale e l’uso del computer

7.1  Cenni sulla notazione musicale.
7.2  Gli editor commerciali.
7.3  XML musicale.

  1. L’audio digitale

8.1  Il campionamento.
8.2  La quantizzazione.
8.3  La conversione D/A.
8.4  L’home recording.
8.5  La scheda audio.
8.6  La compressione dell’audio: il formato mp3.

  1. Il MIDI

9.1  La storia.
9.2  L’interfaccia hardware.
9.3  Esempi di reti MIDI.
9.4  Il protocollo e la sintassi.
9.5  I messaggi MIDI.
9.6  I canali MIDI.
9.7  Struttura dei messaggi MIDI.
9.8  Channel messages: Note on, Note off, After touch, Pitch bend, Program change.
9.9  System Messages.
9.10  MIDI Files.
9.11  Il general MIDI GM.
9.12  m-LAN.

  1. Le produzioni musicali

10.1  Lo studio di registrazione.
10.2  Dal provino al master.
10.3  Home recording (demo su Cubase SX)

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s